ABS BREW

Smoked Malt

Smoked malt plus

Il malto affumicato Bindewald di Abs Brew è utilizzabile per un limitato numero di ricette di birra, ma anche per donare una complessità di gusto maggiore a determinate birre.

Il malto Smoked Malt Plus Bindewald  è un malto chiaro, utilizzabile come malto base grazie all’elevato potere “diastasico”, molto caratterizzante grazie appunto alle note affumicate che conserva e dona alla birra finita.

Lo sviluppo della tecnica di essiccazione indiretta tramite stufa ha reso i malti affumicati un prodotto di nicchia, utilizzabile per un limitato range di birre.
Il legno utilizzato oggi per produrre il malto affumicato può variare principalmente dal ciliegio, al faggio, a legno di quercia, donando a seconda dei casi diversi ed unici sentori.
Il malto affumicato oggi è prodotto utilizzando legno di ciliegio, di faggio, o legno di quercia.

Il malto affumicato di Abs Brew

Lo Smoked Malt Plus del maltificio Bindewald dona gentili aromi di prosciutto affumicato, speck, vaniglia, miele. L’affumicatura viene effettuata in maniera molto gentile e prolungata, lasciando il sentore di fumo molto leggero e delicato, ma prolungato e persistente in bocca.

Si può affermare che non ci sono altre bevande che si accoppiano così bene al sentore affumicato come la birra. Gli stili che ne presuppongono la presenza includono le RauchBier, Grätzer, Grodzisk.
Altre ricette, ne prevedono un utilizzo esiguo come le Scottish Ales, le Porter o la modificazione di ogni stile di birra: birre lager leggermente affumicate.

La percentuale di utilizzo del malto affumicato può arrivare fino al 100%, essendo essenzialmente un malto base.
Può variare a seconda del risultato che si vuole ottenere: fino al 10-15% per esaltare determinati sapori e migliorare la complessità della birra.
Per ottenere birre con decisi sentori affumicati ma comunque ben bilanciati fino al 35-40%.
Oltre il 40-45% per birre con sentori di speck e prosciutto affumicato prevalenti.

Le birre prodotte con il malto affumicato di Abs Brew, sono solitamente accompagnate da malti caramellati scuri o malti tostati e con un’attenzione particolare sulla parte maltata piuttosto che sulla luppolatura, che risulta sempre blanda e con limitati livelli di amaro.

 

 

Richiesta informazioni